PARODONTOLOGIA

La parodontite è una malattia multifattoriale che colpisce le gengive, l’osso e il parodonto (il legamento che unisce la radice del dente all’osso mascellare). I principali responsabili sono i batteri normalmente presenti nel cavo orale: a causa di un’igiene scorretta essi vanno ad infettare dapprima il solco gengivale, facendo sanguinare le gengive, e poi il legamento, causando infiammazione dei tessuti e distruzione dell’osso intorno alla radice; negli stadi avanzati, i batteri causano ascessi e la perdita dei denti.

La parodontite è una malattia cronica che colpisce soprattutto gli adulti dai 30 anni in su, ma esistono forme acute aggressive e forme molto gravi che colpiscono anche la popolazione giovanile. Fare una semplice seduta di igiene con ablazione del tartaro, anche ogni tre mesi, non serve a molto senza un inquadramento parodontale corretto: la diagnosi e l’intervento precoci, l’applicazione di protocolli terapeutici scientificamente validati e il monitoraggio nel tempo sono fondamentali per tenere sotto controllo la malattia, che a volte necessita oltre che di un trattamento di igiene specifica e personalizzata eseguita con strumenti speciali, anche di piccoli interventi chirurgici.

L’utilizzo del microscopio operativo ci permette di eseguire interventi micro-chirurgici e micro-invasivi sia per curare la malattia parodontale, sia per ricostruire i tessuti mucosi e ossei danneggiati (chirurgia rigenerativa ossea e muco gengivale).